La stampante 3D, a differenza dei normali modelli che imprimo parole o immagini su un foglio di carta, riesce a creare degli oggetti in tre dimensioni. In questo articolo troverai tutti i consigli per scegliere la stampante 3D che fa al caso tuo tra tutte quelle che, attualmente, sono in commercio.

come scegliere la stampante 3D

Qual è l’uso che ne farai della stampante 3D

Prima di acquistare una stampante 3D devi renderti conto qual è l’uso che ne farai:

  • un impiego professionale: per la stampa 3D di numerosi pezzi che devono avere una qualità elevata;
  • un utilizzo hobbistico: per la stampa di quantità esigue di oggetti con una qualità standard.

Come scegliere la stampante 3D: le caratteristiche di stampa

Le principali caratteristiche da valutare quando si sceglie una stampante 3D sono le seguenti:

Area di stampa

Ogni stampante 3D ha uno spazio definito dove viene creato l’oggetto. Le dimensioni di quest’area dipendono dal modello che si acquista; maggiore è l’investimento e più grandi potranno essere le creazioni. Per dar vita a oggetti di dimensioni consistenti, nonostante si abbia uno spazio di stampa limitato, si può pensare di dividerli in pezzi più piccoli che poi dovranno essere assemblati.

Numero di estrusori

Gli estrusori sono gli ugelli da dove fuoriesce il materiale di stampa; il numero influenza sia la velocità che la qualità degli oggetti realizzati. Più estensori sono presenti, più colori si potranno utilizzare contemporaneamente in modo da ottenere una creazione variopinta e non monocromatica.

Velocità di esecuzione

La velocità è influenzata sia dalla complessità dell’oggetto da realizzare, che dal numero di estrusori: più ne sono meno tempo si impiega per terminare la stampa. Per tutto il tempo in cui la stampante 3D è attiva il PC deve rimanere connesso, quindi scegliendo un modello che ha una stampa veloce si risparmia anche sulla bolletta elettrica.

Materiali

Normalmente la materia prima con cui si creano oggetti 3D è la plastica, si utilizzano filamenti di: ABS, PLA, HIPS, PET e PVA. Questi vengono liquefatti ad alte temperatura e il materiale, tramite gli estrusori, è colato sugli strati precedenti così da creare, man mano, l’oggetto finito. In sede di acquisto informati quale sia lo spessore dei filamenti usati dalla stampante 3D in modo da capire qual’è il costo da affrontare per le ricariche.

Le stampanti 3D di fascia alta usano anche altri materiali per la stampa, i principali sono:

  • resina in polvere che viene fissata grazie alla luce di uno speciale raggio laser, in commercio si trova in un numero limitato di colori;
  • metallo, vetro o legno finemente suddivisi e inseriti in una matrice plastica;
  • materiali gommosi.
Risoluzione

Altra caratteristica principale da valutare in fase di acquisto è la risoluzione, ossia la capacità della stampante di creare un oggetto ben definito, realizzando anche i più piccoli particolari. Come per la stampa su carta, anche in quella 3D è importante valutare questo parametro, che è una caratteristica specifica del modello che si acquista.

Inoltre ti ricordiamo che la stampante è solo una periferica del computer; per realizzare il tuo progetto occorre che questo le venga inviato.

Il progetto puoi :

  • acquisirlo da internet già pronto;
  • realizzarlo mediante un software apposito; ne trovi moltissimi anche open source;
  • digitalizzarlo mediante uno scanner in 3 dimensioni.

Consigli finali

Le stampanti 3D vengono utilizzate in qualsiasi campo: dall’edilizia alla moda passando per la medicina e per la produzione di prototipi per oggettistica e parti meccaniche.

Per la scelta della giusta stampante 3D devi valutare bene l’utilizzo che ne farai.

Se hai deciso di acquistare o noleggiare una stampante 3D di qualità rivolgiti a Centrufficio troverai personale disponibile e competente per rispondere a tutte le tue domande, puoi telefonare allo 0861.24.15.55 oppure puoi recarti nel punto vendita in Via Nicola Dati, 4/10/12, 64100 Teramo TE, Italia.